Home Consigli di viaggio Dove ammirare il foliage in Italia: le migliori destinazioni

Dove ammirare il foliage in Italia: le migliori destinazioni

Valentina Regazzi
35 commenti
dove ammirare il foliage in Italia

L’autunno porta con sè le castagne, tanta (troppa!) pioggia e i magnifici colori del foliage. Oggi, insieme ad altre 8 blogger della community Travel Blogger Italiane, andiamo alla scoperta delle migliori destinazioni dove ammirare il foliage in Italia

Ammirare il foliage in Trentino

Se parliamo di foliage, uno dei luoghi in Italia dove goderselo è sicuramente il Trentino. In questa regione infatti, sono molte le zone boschive che regalano uno spettacolo suggestivo durante l’autunno. Bisogna fare una distinzione tra le valli del Trentino e quelle dell’Alto Adige. Tra le valli più famose per il foliage in Alto Adige ci sono l’Altopiano del Renon, la Val di Funes, la Val d’Ultimo e la Valle Isarco. Restando invece in Trentino, non si possono non citare la Val di Fiemme, l’Alpe Cimbra e la val di Sole.

Il Trentino però ha una fortuna in più: possiede dei laghi meravigliosi. E’ infatti proprio dove c’è uno specchio d’acqua che bisogna andare per godersi il foliage in Trentino al massimo. I colori autunnali si riflettono infatti sull’acqua ed enfatizzano i colori rosso, arancio e giallo delle foglie.

Il primo lago da citare in cui andare a vedere il foliage in Trentino è ovviamente il Lago di Braies.

Braies è il più famoso ma non è certo l’unico: lo stesso magico effetto cromatico si trova infatti anche al Lago di Tovel, al Lago di Ledro e al Lago di Molveno. Forse meno conosciuto ma molto fotografato in autunno è il Lago di Cei. Attorno a questo lago infatti ci sono dei faggi molto antichi che in autunno tingono di arancione una buona parte di bosco. In alcuni punti del lago ci sono delle ninfee; queste due cose combinate rendono questo lago un vero must per gli amanti del foliage e della fotografia.

Se invece siete alla ricerca di una escursione autunnale, molto bella è quella che da Passo Rolle porta alla Baita Segantini. Lungo la via, la vista sulle Pale di San Martino abbellite dai boschi che cambiano colore sarà davvero molto bella.

Dove vedere il foliage in Trentino - lago di Braies
Il lago di Braies in autunno

Meta consigliata da Beatrice di Il Mondo secondo Gipsy

Foliage in Alto Adige: Merano

L’Alto Adige è, sicuramente, un luogo magico durante la stagione autunnale. Se si vuol ammirare lo spettacolo della natura che si veste di mille colori, si può tranquillamente fare base nella deliziosa cittadina tirolese di Merano.

Qui, di certo, le passeggiate immersi nella natura non mancano! Noi, in un weekend di fine ottobre, quando già gli alberi si coloravano di arancio ed il sole scaldava i nasi infreddoliti, abbiamo percorso la passeggiata Gilf lungo il fiume Passirio – partendo dal Ponte Romano – arrivando poi sulla Passeggiata d’Inverno.

Stiamo parlando di una promenade completamente immersa nella natura, dove è possibile fermarsi per osservare lo scorrere del fiume, magari sorseggiando una bevanda, oppure fare due passi seguendo il percorso.

Il percorso è lungo un paio di km ed è adatto anche a famiglie con passeggini. La passeggiata si snoda su un sentiero regolare in discesa e presenta piccole asole di spiaggia, dove sostare e scattare qualche foto.

Arrivati sulla Passeggiata d’Inverno, ciò che subito ha rapito il nostro sguardo è stata la Wandelhalle – in italiano “passeggiata coperta” – una struttura porticata in ferro stile liberty (altamente instagrammabile!!) che ospita molti dipinti di vedute della città.

Lungo la passeggiata, il panorama naturale è davvero bello: sembra quasi di trovarsi in un luogo non cittadino, nonostante il centro città sia effettivamente a portata di mano!

Al termine della Passeggiata d’Inverno, infatti, ci si ritrova nei pressi del Ponte delle Poste – famoso soprattutto per essere un bellissimo esempio di architettura civile in stile liberty – e si può tranquillamente proseguire la passeggiata tra le vie del centro storico.

Dove ammirare il foliage in Italia: Merano
La passeggiata lungo il Fiume Passirio a Merano

Meta consigliata da Margherita di Dovesiba

Dove vedere il foliage tra Trentino e Veneto: Passo San Pellegrino

Un altro luogo molto suggestivo per ammirare un coloratissimo foliage è il Passo San Pellegrino, al confine tra le provincie di Belluno e Trento. Ci troviamo a pochi chilometri di distanza da alcune tra le località turistiche più conosciute della zona: Moena, Canazei, Alleghe e Falcade.

Il passo San Pellegrino è conosciuto soprattutto dagli amanti degli sport invernali. La località è infatti parte del comprensorio sciistico Trevalli, oltre che del più grande circuito Dolomiti Superki. Oltre a questo, da queste parti è passato spesso il Giro d’Italia, da qui la grande popolarità anche tra gli appassionati ciclisti.

Nei mesi di settembre ed ottobre, prima che comincino le copiose nevicate invernali, i meravigliosi boschi che circondano il passo si tingono delle tonalità più sorprendenti: giallo, rosso, arancione, marrone, verde scuro. Il mosaico che ne consegue è davvero un’esplosione di colori.

Questo spettacolare foliage si può ammirare già dalla strada che conduce al Passo San Pellegrino, ma il punto di osservazione migliore resta quello dell’omonimo laghetto. È uno specchio d’acqua di piccole dimensioni in verità, ma l’effetto riflettente è veramente incantevole.

Il lago si può circumnavigare a piedi con una facile passeggiata, adatta davvero a tutti (magari non con il passeggino, alcuni punti sono leggermente accidentati). In questo modo, colori e panorama si possono ammirare da diverse angolature.

Il lago è raggiungibile comodamente in auto, il parcheggio si trova a poche decine di metri. Vi sono alcuni tavoli da picnic che vi consentiranno un pranzo o una merenda all’aria aperta. Copritevi bene però, perché qui le temperature diventano fresche già con i primi giorni dell’autunno.

Dove vedere il foliage in Italia: Passo San Pellegrino
Foliage al Lago San Pellegrino

Meta consigliata da Daniela di The Daz Box

Dove ammirare il foliage in Italia: il Cansiglio in Veneto

Il Cansiglio sta al foliage come la nutella sta al pane. Non c’è escursionista che non sappia dove dirigere l’auto tra ottobre e novembre e non c’è amante della fotografia naturalista che non prepari l’obiettivo per l’evento.

Sì perché l’autunno arriva nell’altopiano del Cansiglio come una vera e propria festa. Le mandrie sono da poco rientrate dall’alpeggio quando gli alberi attorno ai pascoli ancora verdi iniziano a tingersi di mille tonalità.

Ci addentriamo nel bosco mentre le prime luci del sole iniziano a infrangere le foglie degli abeti bianchi e rossi, il tappeto di foglie sotto ai nostri piedi è così morbido da non fare più rumore, ci fermiamo di colpo. Rimaniamo immobili, di uno stupore pietrificato mentre la foresta viene invasa dai bramiti dei cervi in amore.

Il Cansiglio è davvero un posto incantato dove la natura si esprime in tutta la sua potenza. E il bello è che per ammirarla basta solo un pizzico di curiosità. Ti consigliamo infatti di imboccare il Percorso 1 e lasciarti avvolgere dal bosco del Cansiglio tra le magnifiche fronde dei suoi alberi in un sentiero ad anello quasi in piano di circa 2 ore.

L’incredibile inversione termica di questo luogo infatti fa sì che gli abeti si trovino subito al limite dei pascoli, mentre i larici sono situati verso le cime così che per addentrarsi nel bosco più fitto bastano davvero pochi metri.

Ogni passo dentro a questo bosco incantato svela una sfumatura di colore diverso, il giallo oro dei larici, il rosso brunito degli abeti, il verde intenso del muschio conditi dall’odore penetrante di sottobosco.

Decisamente il miglior posto in Veneto dove ammirare il foliage e l’autunno in tutto il suo splendore.

Dove vedere il foliage in Veneto: il Cansiglio
I colori del foliage al Cansiglio, in Veneto

Meta consigliata da Silvia di Bagaglio Leggero

Foliage in Piemonte nelle Langhe

Le Langhe, un territorio del basso Piemonte molto conosciuto per le sue colline patrimonio dell’Umanità, sono in assoluto uno dei posti migliori in Italia per ammirare il foliage! Con l’arrivo dell’autunno, infatti, i filari delle vigne si tingono di rosso e di arancione regalando ai visitatori un’esperienza unica e magica.

Non vi preoccupate se non troverete una giornata limpida, perché anche con un tempo uggioso riuscirete ad apprezzare il panorama suggestivo, magari circondato da una coltre di nebbia.

Oltre ad ammirare il territorio collinare, potrete rilassarvi in uno dei numerosi relais della zona con tanto di area benessere oppure deliziare il vostro palato con qualche degustazione di vino in cantina.

Proprio in queste zone si producono vini rossi corposi e celebri come il Barolo, il Barbaresco o il Nebbiolo.

Se invece volete provare dei vini rossi più leggeri, non dimenticate di assaggiare un bicchiere di ottimo Dolcetto di Dogliani!

In queste zone ho avuto il piacere di mangiare in diverse trattorie i piatti della tradizione piemontese come il vitello tonnato, la battuta di Fassona o i plin e i tajarin, tipica pasta fresca, e non posso far altro che consigliarvi una sosta in uno dei numerosi ristoranti delle Langhe! Raramente vi sbaglierete, qui si mangia bene ovunque e non esistono i posti acchiappaturisti.

Vi consiglio una visita a La Morra, da cui potrete godere di una vista d’eccezione sulle colline, e a Barolo, che sono in assoluto i miei posti langaroli preferiti.

Se avete qualche giorno in più non dimenticate di fare visita a Dogliani e a Monforte, dove si trovano due panchine giganti coloratissime in due borghi interessanti e meno affollati di Barolo e La Morra.

Ammirare il foliage nelle Langhe, in piemonte
I colori dell’autunno nelle Langhe

Meta consigliata da Sonia di Rinascere Viaggiando

Ammirare il foliage in Lombardia al Parco di Monza

Se visitate la Lombardia nel periodo autunnale, non potete perdervi la città di Monza ed il suo parco, che proprio in questo periodo dà il meglio di sè. Il Parco di Monza costituisce, insieme ai Giardini Reali, che fanno parte dello stesso complesso, uno dei parchi recintati più grandi d’Europa. Nonostante la sua fama sia legata al fatto che, dal 1922, ospita l’autodromo, il motivo per cui vi consiglio di visitarlo è per la varietà della sua flora e fauna.

Il parco ospita, infatti, oltre 100 specie diverse di piante e arbusti, molti dei quali stagionali. Inoltre, è possibile incontrare scoiattoli, conigli selvatici e un gran numero di volatili. Il laghetto della Villa Reale è popolato da cigni, pesci e anfibi.

Se scegliete l’autunno per visitare il parco di Monza, avete la possibilità di ammirare le magnifiche sfumature di colore delle foglie che iniziano a cadere.

Per non perdere nemmeno uno dei punti più scenografici, la Reggia di Monza ha ideato una vera e propria mappa del foliage, che vi guida alla ricerca delle zone più instagrammabili del parco. L’itinerario parte dai Giardini Reali, dove potete ammirare alcuni esemplari di ginko biloba, con il loro caratteristico colore giallo, e le querce gemelle. Percorrendo Viale Cavriga, la via principale che attraversa il parco da ovest a est, incontrerete alcuni tassodi e i liquidambar, che vi sorprenderanno con il loro rosso accesso.

Terminato il giro del parco, non potete perdervi una visita del centro di Monza e del suo Duomo, dove è conservata la Corona Ferrea di Teodolinda, regina dei Longobardi.

Il foliage in Lombardia al Parco di Monza

La magia del foliage in Toscana: la Val d’Orcia

Uno dei posti più fotogenici d’Italia è sicuramente la Val d’Orcia, in Toscana. Solitamente associamo questa valle dalle colline sinuose e dai cipressi che svettano dritti a stagioni dai colori brillanti, come la primavera e l’estate. Ma la vera magia accade in autunno, quando i vigneti si infuocano, le foglie scricchiolano sotto le scarpe e il paesaggio assume una sfumatura dorata.

Per quanto piccolina, la Val d’Orcia ha tanto da offrire e riesce a soddisfare tutti i gusti. Chi ama i castelli, non potrà perdere la rocca di Radicofani o Rocca d’Orcia. Gli amanti della gastronomia potranno deliziare le proprie papille gustative assaggiando il pecorino di Pienza o i salumi di Cinta senese, magari accompagnati da un buon bicchiere di Brunello di Montalcino. Chi adora crogiolarsi nell’acqua calda termale, avrà a disposizione i Bagni di San Filippo con le splendide formazioni rocciose. Gli estimatori del trekking potranno lanciarsi alla scoperta del Monte Amiata e dei suoi colori di fuoco. Mentre chi invece preferisce passeggiare per paesini medievali troverà pane per i suoi denti girovagando tra i vicoli degli splendidi borghi della Val d’Orcia, come Montalcino o Castiglione d’Orcia.

Per chi volesse vedere il foliage autunnale, consiglio di recarsi in un vigneto, magari uno con una vista su un borgo arroccato come Montepulciano o sulle colline ambrate. Per chi vuole un vero scenario da cartolina, suggerisco di fare un salto alla Cappella della Madonna di Vitaleta, che riesce a essere scenografica in qualsiasi stagione.

Dove vedere il foliage in Toscana: la Val d'Orcia
Il foliage in un vigneto della Val d’Orcia

Meta consigliata da Giulia di Viaggiare con gli occhiali

Dove ammirare il foliage in Italia: il Lazio

Gran parte del territorio laziale è ricoperto da parchi regionali e nazionali, per cui se voleste scegliere un’area dove poter camminare liberamente, respirare e restare a contatto con la natura, avreste davvero l’imbarazzo della scelta. In autunno le aree protette si colorano di giallo, arancio e rosso accesso. Uno dei migliori foliage potete ammirarlo nei pressi del passo di Forca d’Acero, che collega il Lazio e l’Abruzzo: perdetevi attraverso la faggeta e, se siete amanti della fotografia, resterete incantati dallo spettacolo. Nel Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, invece, passeggiate nei boschi ricchi di pini, faggeti e lecci; a Prataglia, se sarete fortunati, potreste incappare in qualche cervo che fa capolino tra i cespugli. Non solo trekking ed equitazione: con le prime nevicate, il parco è un paradiso per gli appassionati di sci di fondo.

Se siete meno wild, anche il lungotevere di Roma, in autunno, offre degli spunti parecchio suggestivi e poetici, perfetti per delle passeggiate romantiche o – perché no – anche in solitaria. Il punto più bello si incontra all’altezza di Ponte Sisto, guardano verso il cupolone, ma anche l’area a ridosso di Castel Sant’Angelo non è da meno.

Se avete voglia di trascorrere una giornata fuori porta a pochi passi da Roma, una località molto gettonata per ammirare il foliage è il lago di Bracciano, dove aceri e castagni si tingono di arancio dalla metà di ottobre. Sul lago si affacciano, oltre a Bracciano, anche i borghi di Trevignano e Anguillara.

Dove vedere il foliage in Italia: il Lazio
Foliage a Bracciano

Meta consigliata da Mariarita di 24 hours trotter

Dove vedere il foliage in Italia: Campania

Potrà sembrare strano ma anche in Campania è possibile ammirare il foliage: il territorio, infatti, è ricco di oasi, parchi e boschi e l’autunno regala atmosfere uniche nel loro genere.

Da non perdere in Costiera Amalfitana è la Valle delle Ferriere, riserva naturale che si estende nell’area del comune di Scala, in provincia di Salerno. Qui gli esemplari di piante tipiche della macchia mediterranea coprono gran parte dell’area ma a rendere così conosciuta la Valle delle Ferriere è la presenza di una felce gigante, la Woodwardia radicans, testimonianza molto rara in Italia di flora preglaciale.

Spostandoci verso la costiera sorrentina, il regno del foliage è senza dubbio il Parco regionale dei Monti Lattari, 16.000 ettari di superficie dove è possibile ammirare il leccio, la rovenella, il corbezzolo, il carrubo e il frassino. Da non sottovalutare la vista che si gode dalle cime più alte: davanti ai tuoi occhi l’immensa penisola sorrentina-amalfitana!

In direzione completamente opposta e a sud di Salerno, nella Riserva naturale Foce Sele – Tanagro, dove è presente l’oasi WWF di Persano, è possibile ammirare oltre che salici, olmi neri e ontani, un ricco sottobosco costituito da felci, esquiseti e il particolarissimo giglio d’acqua. Oltre alla flora, quest’oasi si distingue per la presenza di lontre e diverse specie di uccelli che scelgono l’area per nidificare.

Il più bel foliage campano, a mio parere, si puo’ ammirare nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Secondo parco più grande d’Italia per dimensioni, l’area è una delle più belle di tutto il Sud Italia: il paesaggio è variegato e mai monotono, composto da numerosi esemplari di flora. Finora sono state censite ben 1800 varietà di piante tra cui betulle, ulivi e abeti bianco e rosso. Spettacolare è la Valle delle Orchidee, che si estende nell’area di Sassano, dove è possibile ammirare oltre 250 varietà di orchidee selvatiche.

Ammirare il foliage in Italia in Campania

Meta consigliata da Valeria di I viaggi di Vale

Articoli correlati

35 commenti

Silvia Ottobre 13, 2020 - 8:34 pm

E’ stato un piacere partecipare alla stesura di questo caldissimo articolo, ma soprattutto, da vera amante dell’autunno mi sono segnata tutte le mete! Le langhe poi è decisamente da troppo tempo che non mi vedono, direi che è giunto il momento di porre rimedio!

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 13, 2020 - 8:53 pm

Anche io ho intenzione di andare presto nelle Langhe 🙂

Reply
Mariarita Ottobre 13, 2020 - 11:18 pm

È venuto fuori un bellissimo post, sono contenta di averti fornito un piccolo contributo. Tra l’altro, ho scoperto molti posti che non sapevo fossero così gettonati in autunno per il foliage!

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 14, 2020 - 8:34 am

Anche io ho scoperto tanti posti interessanti! Grazie a te per aver partecipato

Reply
Giulia Ottobre 14, 2020 - 8:40 am

Una meta più bella dell’altra! Tra tutte mi ispirano tanto le Langhe, forse perché amo il vino e ammirare il foliage con un bicchiere di rosso in mano ha tutto un altro sapore!

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 14, 2020 - 9:26 am

Anche io vorrei organizzare presto un viaggio nelle Langhe 🙂

Reply
Fabio Ottobre 15, 2020 - 6:21 am

Vedo che abbiamo avuto entrambi l’idea del foliage! Non vedo l’ora di farmi un giretto 🙂

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:06 pm

Anche io!

Reply
Daniele & Marilena Ottobre 15, 2020 - 3:32 pm

La Morra è uno di quei luoghi che non ci stanchiamo mai di vedere!
In estate è uno spettacolo, ma i colori autunnali la rendono imperdibile!!!
Un bel bicchiere di vino rosso è il modo migliore per accompagnare la vista di questo panorama mozzafiato!
Molto belle anche le altre destinazione raccontate!

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:07 pm

Spero di visitare presto anche io quella zona 🙂

Reply
Marilù Ottobre 16, 2020 - 1:09 pm

Ci sono un’infinità di posti belli in cui godersi il foliage in questo periodo, chissà magari ne prendono considerazione qualcuno qui in Campania, giusto per cercare di farmi piacere questo periodo che non mi va proprio giù 😁

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:05 pm

Cerchiamo di trovare qualche lato positivo dell’autunno!

Reply
Teresa Ottobre 16, 2020 - 3:30 pm

In generale non amo molto l’autunno, visto che è il preludio della stagione fredda; una delle cose che me lo fanno apprezzare sono proprio il foliage e le castagne 🙂
Bellissime le foto contenute nell’articolo e preziosi i tuoi consigli per dei tour in Italia.

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:05 pm

Sono contenta tu abbia trovate alcune idee interessanti 🙂

Reply
Ilenia Ottobre 16, 2020 - 7:30 pm

Tra tutti gli itinerari proposti ho veramente l’imbarazzo della scelta nel decretare il mio preferito; alcuni luoghi li conosco bene e li ho visitati anche in autunno con i magici colori che questa stagione regala ai paesaggi. Altri vorrei molto visitarli scaldati in questo periodo

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:05 pm

Ci sono tanti spunti, vero?

Reply
Francesca Ottobre 16, 2020 - 10:21 pm

Che bello il tuo articolo! Mi hai dato tanti spunti interessanti! Stavo proprio cercando un post che parlasse delle location migliori per osservare il foliage in Lombardia. Prenderò spunto dal tuo post.

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:04 pm

Sono contenta di averti dato qualche idea 🙂

Reply
michela a. Ottobre 19, 2020 - 7:14 am

Amo l’autunno ed amo il foliage. Quest’anno mi dovrò accontentare di guardare il foliage vicino a casa, data l’incertezza del viaggiare…ma mi sono segnata tutti i posti per l’anno prossimo. Non vedo l’ora!

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:02 pm

Sono sicura che troverai tanti bei posti anche vicino a casa 🙂

Reply
Cécile Ottobre 19, 2020 - 8:09 am

Noi siamo stati nelle Langhe per il weekend dei morti l’anno scorso. Il paesaggio con il foliage era davvero incantevole 🙂

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:02 pm

Immagino! Mi piacerebbe molto andarci

Reply
Elina Ottobre 19, 2020 - 8:40 am

Veramente un bellissimo post, molto dettagliato complimenti! Ci sono moltissimi spunti interessanti, l’anno scorso siamo state a Formigine, vediamo quest’anno 🙂

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 12:45 pm

Grazie ☺️

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 19, 2020 - 7:01 pm

Non conosco Formigine!

Reply
Valentina Ottobre 20, 2020 - 9:15 pm

Una meta più bella dell’altra! Da amante del foliage e di questa stagione non saprei proprio decidermi… Anche se più di tutti forse opterei per il Trentino-Alto Adige, che d’autunno ha dei colori indimenticabili!

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 21, 2020 - 5:31 am

Verissimo 😍 sono stata in Trentino proprio questo weekend e ho visto posti bellissimi e con dei colori straordinari!

Reply
Anna Ottobre 21, 2020 - 3:35 pm

Quante opzioni interessanti dove ammirare i colori autunnali! Certo il lago di Braies è affascinante con ogni stagione 🙂

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 22, 2020 - 3:50 pm

Pensa che io non ci sono mai stata!

Reply
ANTONELLA Ottobre 23, 2020 - 9:55 am

Nelle giornate luminose i colori dell’autunno regalano al mondo un’atmosfera magica, mi piace persino il viale di tigli che porta alla stazione della mia città! Scherzi a parte, sono stata a Merano in estate e mi piacerebbe davvero rivedere le passeggiate lungo il Passirio con il foliage

Reply
Valentina Regazzi Ottobre 25, 2020 - 5:36 pm

In autunno anche le vie più anonime prendono vita con colori meravigliosi 🙂

Reply
Daniele & Marilena Novembre 12, 2020 - 10:20 am

Il colori autunnali rendono le Langhe ancora più scenografiche e meravigliose!
Passeggiare tra i vigneti e farsi rapire dalle sfumature giallo-arancio è indescrivibile…
Bellissimo questo articolo scritto in collaborazione… Un ottimo spunto per il prossimo autunno visto che noi, essendo in zona rossa, per un pò non usciremo di casa…

Reply
Valentina Regazzi Novembre 12, 2020 - 6:14 pm

Anche noi zona rossa purtroppo

Reply
Cla Novembre 13, 2020 - 3:52 pm

Tutti ottimi consigli sui posti dove dedere il foliage. Io l’ho visto nel Monferrato e al parco Sigurtà. DAVVERO BELLISSIMO

Reply
marina Novembre 13, 2020 - 7:47 pm

Splendidi spunti!
Confermo che Roma in autunno è magnifica: io adoro in particolare il punto sul Lungotevere da cui si scorge l’Isola Tiberina. I colori dorati delle foglie creano una cornice stupenda.
Quest’anno avrei voluto andare proprio nelle Langhe in autunno, ma poi non se n’è fatto nulla. Leggendo qui mi confermi che invece è proprio questa la stagione giusta.

Reply

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.